Scopri l'altro lato della Riviera dei Fiori

19 Settembre 1985 – 19 Settembre 2015

Italo Calvino ha vissuto per 20 anni a Sanremo, in una villa circondata da piante; i suoi primi racconti sono stati scritti qui quando era ancora un ragazzo che apriva gli occhi sul mondo, cercando di sfuggire a quello che lo circondava. Andremo a vedere la Villa Meridiana dove abitò, ci sposteremo poi nella città vecchia, che conosceva benissimo, per arrivare davanti al luogo dove frequentò il liceo e poi alla biblioteca dove scopriremo una bella esposizione di immagini della famiglia Calvino. Termineremo infine con due dei luoghi che Calvino amava di più: il cinema ed il porto.

RITROVO: Davanti alla biblioteca civica in Via Carli alle ore 16
Costo della visita 5 euro
Durata due ore.
Per informazioni tel. al 338 1375423

Ricorrono in questi giorni i novant’anni dalla nascita di Italo Calvino (15 ottobre 1923 a Cuba). Sanremo, la città dove visse gli anni della sua giovinezza, dedica per l’occasione alcune iniziative per celebrare l’evento. Sanremo e Calvino non si sono mai amati veramente (ed infatti sui siti ufficiale della città ad oggi -17 ottobre- non si trova nulla) ma nonostante questo alcuni “intrepidi” politici e funzionari cittadini cercano comunque di ricordare una delle poche anime critiche di Sanremo.

Qui un riepilogo degli eventi:
Scaloblog

Qui due interessanti recenti contributi:
Interculturale
Un articolo del magazine culturale del Times

Martedì 28 dicembre 2010

Una giornata dedicata alla conoscenza di uno dei più brillanti autori del secolo scorso: Italo Calvino.

Il percorso si sviluppa a tappe e parte dalla biblioteca civica, dove è conservato il fondo dedicato ai genitori, la botanica Eva Mameli e l’agronomo Mario Calvino. Al terzo piano visitiamo la mostra bibliografica su Italo Calvino allestita in occasione del venticinquesimo anniversario della scomparsa. Con l’ausilio di immagini d’epoca, facciamo un breve riassunto della sua vita: gli anni della formazione giovanile, l’esperienza partigiana il trasferimento a Torino.
Parliamo di Marcovaldo di cui racconto alcuni divertenti episodi. Poi seguiamo lo scrittore a Parigi dove prende moglie e vive per 13 anni. Per concludere parliamo del ritorno in Italia a Roma e della morte che lo coglie all’improvviso nel settembre del 1985 a Siena.
Lasciata la biblioteca raggiungiamo a piedi il Porto Vecchio di Sanremo dove leggo brani tratti da “La strada di San Giovanni” e dai racconti. Attraversando le vie della città moderna, proseguiamo per la Pigna, il cuore antico di Sanremo. Qui conversiamo amabilmente di libri e racconti, gustiamo gli ottimi piatti della cucina ligure, preparati per noi. Durante il pranzo racconto brevi e divertenti passi tratti dal “Barone Rampante”.
Nel primo pomeriggio, concludiamo la visita guidata con una passeggiata nei carruggi della Città Vecchia, parlando del primo libro: il “Sentiero dei nidi di ragno”.
Il percorso è una scoperta: non diamo nulla per scontato, immaginiamo di incontrare lo scrittore per la prima volta.

Per partecipare è necessario prenotare entro il 26 dicembre al numero 333 8040328 (guida Sonia Mureddu).

L’appuntamento è alle 10,00 presso l’ingresso della biblioteca civica di Sanremo.

Il gruppo sarà formato da un numero minimo di 5 partecipanti ad un massimo di 20.

Il costo di 33,00 Euro a persona comprende: servizio guida, pranzo e diritti siae. Sono consigliate scarpe comode – Guida: Sonia 333 8040328 – Coop S.T.R.A.D.E.

sanremoSanremo è conosciuta nel mondo per essere una città sfavillante, ricca di grandi eventi musicali come il Festival e sportivi come i tornei di golf ed equitazione.

Ma Sanremo ha anche una storia che, come molte cittadine della Riviera Ligure di Ponente , affonda nel mare le sue radici, ma dal mare si è sempre guardata con attenzione prima per i pirati poi perchè in mare scomparivano gli uomini migliori.

Così è nato il borgo arroccato della Pigna, arroccato per difendersi dalle scorribande dei pirati.

Dal 7 Luglio al 25 Agosto tutti i mercoledì sera la cooperativa STRADE organizza la visita guidata alla città vecchia. Accompagnati da una guida sarà l’occasione di conoscere da vicino la storia della città, i palazzi, le piazze ed giardini.

Si parte dalla Cattedrale di San Siro, parlando della Matuzia romana, delle quattro chiese e di una preziosa fontana, ci si sposta poi lungo l’antica via Julia Augusta, per entrare in piazza Cassini, ed attraversare la porta di San Sebastiano dove si ammira uno dei luoghi più curiosi: la Funtanassa, recentemente recuperata dopo un lungo lavoro di pulizia e restauro.

Si sale quindi alla chiesa di San Costanzo e poi ancora più su fino ai giardini Regina Elena , da dove si domina tutta la città .

Il ritorno scendendo per le Porte di Santa Maria, la trecentesca piazza Capitolo , ed infine piazza dei Dolori.

Costo della visita 5  euro
Ritrovo alle ore 21 davanti alla cattedrale di San Siro.
Durata due ore circa
Per informazioni tel. Allo 0183 290213 oppure 338 1375423
Periodo dal 7 Luglio al 25 Agosto

Si terrà Venerdì 2 aprile alle 17.30 presso il ristorante “Il Melograno” in Via Montà 1 a Sanremo l’incontro con LIBERESO GUGLIELMI sul tema mangiare il giardino, conduce  Claudio Porchia.
Alle 19.00 aperitivo a tema.  L’ingresso è libero.

La giornata avrà una appendice golosa alle 20.30 quando sarà possibile gustare un menù con alcune ricette ispirate alla lezione di Libereso e realizzate dall Chef Sergio Sartor ( Prenotazione obbligatoria telefonando al 0184/502448)

Mangiare piante e fiori per l’eterna giovinezza è il segreto di Libereso Guglielmi,“Esiste una varietà incredibile di piante commestibili che non conosciamo nemmeno e che dovrebbero entrare a far parte della nostra dieta“.

Si tratta del secondo libro che la casa editrice Socialmente dedica al famoso giardiniere di Calvino, dopo quello pubblicato ad inizio anno, dal titolo “Oltre il giardino: le ricette di Libereso”, curato sempre da Claudio Porchia.
All’interno del nuovo volume sono riportate due lezioni che Libereso ha tenuto nel mese di aprile sul tema delle erbe spontanee commestibili. La prima a Bologna in occasione del “Cosmoprof”, la fiera internazionale della cosmesi e profumeria; la seconda a Casalecchhio sul Reno (BO) nello splendido parco di Villa Telon.

L’ elisir di lunga vita? Mangiare fiori e piante spontanee: il glicine, ad esempio, è ideale nell’ insalata, mentre il sambuco è buono fritto” questo uno dei segreti di Libereso, che aggiunge: “Esiste una varietà incredibile di piante commestibili che non conosciamo nemmeno e che dovrebbero entrare a far parte della nostra dieta“.

Un libro particolare, a cominciare dai numerosi riferimenti alle erbe spontanee ed ai preziosi consigli su come curarsi con le erbe; una lettura che si rivela interessante a più livelli, come sempre accade quando si ha la ventura di incontrare Libereso: da un lato il semplice piacere della scoperta della possibilità di utilizzare erbe che crescono spontaneamente e dall’altro la conoscenza del loro uso medicinale perduto nel corso tempo, nel passaggio dalla civiltà contadina a quella industriale.

La riscoperta della biodiversità presente nelle nostre campagne, con molti riferimenti botanici, semplici e di facile lettura, rendono il libro adatto ad una diffusione nelle scuole, cui Libereso propone di realizzare un “giardino dei semplici” ed introdurre la “fitoalimurgia”, cioè la conoscenza delle erbe spontanee a fini alimentari, fra le materie di insegnamento.

Nella parte finale del libro sono contenuti alcuni disegni a colori, selezionati fra quelli realizzati in occasione del libro con le ricette. Disegni con personaggi curiosi e ironici, immersi in attività culinarie e circondati da fiori, alberi, piante. Personaggi simpatici e dotati tutti di un gran naso e sempre sorridenti, che testimoniano l’influenza del maestro Antonio Rubino, che era vicino di casa di Libereso.

Un libro con una copertina e rilegatura elegante che rappresenta anche un’ottima occasione per un regalo.

Scheda libro
MANGIARE IL GIARDINO La lezione di Libereso Guglielmi
a cura di Oscar Marchisio e Claudio Porchia
formato: 15 x 15 cm
pagine: 120
prezzo: 15 €
anno prima edizione: Novembre 2009
codice ISBN: 978-88-95265-32-2
collana: FUORI / LUOGO – Pocket

Case di Santi e di Imperatori

Un nuova iniziativa curata dalla cooperativa STRADE - Liguria da Scoprire nell’ambito del programma di visite ed escursioni promosso dall’STL Riviera dei Fiori, martedì 2 marzo 2010 visita guidata per conoscere Villa Zirio e Villa Santa Clotilde a Sanremo

“Case di Santi e di Imperatori” è il titolo di questo nuovo evento in programma che ci porta a conoscere la Sanremo che fu!

L’itinerario ha inizio dalla nuova stazione ferroviaria, di li a poco si ha la possibilità di ammirare la bella villa Rothembourg e poco dopo si giunge presso quella che era Villa Santa Clotilde. Nata come dimora residenziale nel 1878 circa, fu presto trasformata in convento per le suore Francesi di Santa Clotilde e nel 1923 venne acquistata da Don Orione per farne una casa di assistenza. Nel marzo del 1940 in questa residenza sanremese Don Orione morirà per poi essere proclamato Santo nel 2004.

Il programma prosegue visitando Villa Zirio, elegante residenza costruita nel 1870, si ha la possibilità di scoprire il parco ed all’interno il piano terra della residenza che nel 1887 ospitò l’imperatore Tedesco Federico III°. Da ammirare all’interno dell’edificio uno dei più antichi ascensori d’Europa.

RITROVO: ore 9,30 a Sanremo davanti all’ingresso della stazione ferroviaria

DURATA: 2 ore

Quota: 5 euro a persona

Informazioni:
numero verde 800 813012
Coop Strade 0183/290213
guida Marco Macchi 338 1375423

Appuntamenti 2010:
martedì 6 aprile
martedì 4 maggio
martedì 1^ giugno

Lunedì 1° Marzo 2010 – pedalata guidata sulla pista ciclabile: Le Torri ed i Pirati

Si parte da Santo Stefano visitando prima la Torre Ennagonale e poi passando sotto la Torre degli Aregai , si torna quindi indietro  passando accanto alla Torre di Riva Ligure per poi proseguire passando sotto la Torre di Bussana e arrivando fino al forte di Santa Tecla a Sanremo; lungo il percorso si parlerà di Torri “Saracene” e di Pirati Barbareschi, di quando gli sbarchi dall’Africa facevano veramente paura .

RITROVO: ore9 a Santo Stefano presso la chiesa parrocchiale

DURATA: 3 ore 30’   ore circa

DIFFICOLTA’: nessuna difficoltà, breve tratto su strada aperta al traffico

Quota: 5 euro ; possibilità di noleggiare la bicicletta al costo di 6 euro

Prenotazioni numero verde 800 813012

Coop Strade 0183/290213 – guida  Marco Macchi 338 1375423

Sabato 27 febbraio 2010

Sanremo – Passeggiata guidata nella Pigna

storia, tradizioni, curiosità

in collaborazione con la Compagnia Stabile Città di Sanremo

Proponiamo una simpatica passeggiata nel cuore antico di Sanremo. Una nostra guida turistica vi accompagnerà nei suoi vicoli e caruggi per scoprirne la storia. Una simpatica “disturbatrice”, “sanremasca doc”, le renderà la vita difficile. Attraverso i suoi racconti e i suoi interventi, in un misto di dialetto e italiano, scoprirete come si vive e si viveva in questo quartiere della città, tra tradizioni popolari, curiosità, personaggi, attualità e cucina.

RITROVO: ore 15.30 a Sanremo in Piazza Colombo (solettone presso la fontana)

DURATA: un’ora e mezza circa

COSTO: 5 Euro a persona, minori 15 anni gratis

NON E’ RICHIESTA LA PRENOTAZIONE

Info: guida Sonia Mureddu 333 8040328


Sabato 13 febbraio 2010, dalla collaborazione fra la Cooperativa STRADE e Sole Liguria s.a.s. nasce uno splendido itinerario dedicato a uno fra i più illustri cittadini di Sanremo: Italo Calvino. I suoi libri sono tradotti e letti in tutto il mondo ed è annoverato fra i classici del secolo appena trascorso. La città in cui è cresciuto è stata per lui una preziosa fonte di ispirazione. Per questo dopo il successo delle visite guidate a piedi effettuate la scorsa estate si è deciso di proporre un appuntamento fisso ogni secondo sabato del mese. Unendo le forze e grazie all’uso di questo originale e colorato mezzo di trasporto il percorso è stato ampliato e sarà possibile raggiungere facilmente i luoghi più belli, significativi ed evocativi della città di Sanremo in una piacevole e facile visita guidata. Attraverso il racconto della guida, accompagnati dalla lettura di brani tratti dai testi di Italo Calvino, si potrà scoprire la Sanremo inedita e curiosa, che si trova a pochi passi dal mare, nascosta dietro le luci del casinò e del festival. Un’occasione per sorridere ed emozionarsi immersi nei luoghi e nelle atmosfere del Barone Rampante, del Sentiero dei nidi di ragno, e di tanti altri racconti che lo scrittore ha ambientato nella sua Sanremo. Si partirà con il trenino cittadino alla volta della Madonna della Costa passando davanti al porto, ai bagni Morgana, alla casa dove ha trascorso l’infanzia. A piedi si attraverserà la Pigna, il cuore antico della città, sulle tracce di Pin il protagonista del primo libro. Poi la vecchia sede del Liceo Classico Cassini dove ha studiato insieme al compagno di banco Eugenio Scalfari ed infine in trenino la via dei cinema, che con le loro luci tanto lo attirarono da ragazzo.

DURATA: due ore circa

QUOTA: 10 euro a persona, minori 8 euro (comprende il trenino e la visita guidata)

RITROVO: ore 15,30 a Sanremo davanti ufficio IAT (ufficio accoglienza turistica)

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: Sonia Mureddu 333 8040328 e

Cooperativa STRADE Liguria da Scoprire 0183 290213

L’itinerario si svolge in trenino e a piedi

massimo 25 partecipanti

Si chiama Frontiere – Biamonti il nuovo premio letterario internazionale diretto da Giuseppe Conte e dedicato alla figura di Francesco Biamonti. Una ricca serie di eventi legati al premio si terranno dal 29 e al 31 gennaio.

Il 29 Antonio Tabucchi incontrerà il pubblico al Teatro dell’Opera del Casinò Municipale di Sanremo, intervistato, tra gli altri, da Antonio Gnoli e Mario Baudino. L’incontro, condotto da Claudia Claudiano, termina con letture di Ugo Dighero. La cerimonia di consegna si terrà sabato 30 gennaio a Villa Nobel e sarà preceduta da un’introduzione al Premio fatta da Giuseppe Conte e dagli interventi di Jesper Svenbro e Giorgio Ficara sul tema ‘letteratura e frontiere’. Durante la cerimonia, alla quale partecipano Luigi Surdich, Giuseppe Sertoli e Stefano Verdino, Luisella Berrino ricorderà la figura di Nico Orengo.

Il 31 gennaio, a San Biagio alla Cima, verrà consegnato a Marino Magliani il Premio Frontiere – Biamonti, Pagine sulla Liguria: vince per il romanzo La tana degli alberibelli (Longanesi, 2009) ambientato in Liguria nelle terre di Ponente. Interviene Giorgio Bertone.

Francesco Biamonti (San Biagio alla Cima, 1928 – 2001), lo scrittore indimenticabile che ha fatto della Liguria di Ponente il luogo della sua vita e della sua scrittura. Quello della frontiera, tema che attraversa i romanzi di Biamonti, è anche un tema connaturato al territorio ligure, aperto al mare e confinante con la Francia, e alla cultura ligure, che ha da sempre una vocazione al viaggio, alla scoperta, al cosmopolitismo e all’apertura verso il mondo.

Il premio, è promosso dalla Fondazione per la Cultura e lo Spettacolo della Regione Liguria, con il contributo di Regione Liguria, Provincia di Imperia, Comune di Sanremo e Comune di San Biagio della Cima.

Il vincitore di questa prima edizione del Premio Frontiere – Biamonti è Antonio Tabucchi, scrittore di fama internazionale che con la sua ultima raccolta di racconti Il tempo invecchia in fretta (Feltrinelli, 2009) ha di nuovo conquistato la comunità dei lettori. Tabucchi rappresenta al massimo livello lo scrittore di frontiera, avendo scelto il Portogallo come città elettiva: il suo lavoro su Pessoa ha aperto per l’Italia una finestra sulla cultura di quel paese. Antonio Tabucchi è non solo esegeta e traduttore del grande autore portoghese, ma in portoghese ha scritto uno dei suoi più importanti romanzi, Requiem, spingendo fin dentro la propria scrittura l’esperienza più profonda della frontiera.


 

Chi Siamo - Cosa Facciamo

Arcadia è una Cooperativa Sociale di Solidarietà nata nel 2004 da un team di persone competenti e appassionate. Ai sensi dell'art. 11 del D.lgs 460/97 è una O.N.L.U.S. e non ha quindi finalità lucrative. Arcadia vanta esperienza nella partecipazione a progetti formativi ed a progetti finanziati dall'Unione Europea.